eduardobarbera

quasi sempre la realtà si nasconde nelle piccole cose

osservando le piccole tracce impersonali....ricordando le parole del romanzo di Arundhati Roy: Il Dio delle Piccole Cose.Non lasciava impronte sulla sabbia, né increspature nell'acqua, né la sua immagine nello specchio." Ma il ricordo delle cose nostre, italiane, porta inesorabilmente in altra direzione. Diversa e priva di speranze, ma molto simile a quella di una forma sociale ormai incapace di rinnovarsi..Allora la mente va a Pierpaolo e alla sua lucidità di analisi.

Per la fotografia posso dire che fotografare può essere un buon esercizio per aprire la mente all'immaginazione. Di solito una fotografia prima si realizza anche in modo inconsapevole.... poi è lei che, se la sai osservare nei particolari, ti racconta la sua storia e si fa "raccontare".


COLONNA SONORA:"Lamento per la morte di Pasolini-Giovanna Marini"
Link
https://www.eduardobarbera.it/quasi_sempre_la_realta_si_nasconde_nelle_piccole_cose-a7667

Share link on
CLOSE
loading